sabato 23 gennaio 2016

THE END - WIP 7 The O e Zeta sotto i ferri!

Dopo aver dettagliato la base, sono passato ad apportare un foro sulla schiena del The O per permettere l'inserimento di un'asta di ferro, in modo da sorreggerlo senza gravare troppo sulla struttura in plasticard dato che altrimenti ne risentirebbe parecchio. Considerando anche che il The O si farà carico anche del peso dello Zeta.





 Prova di "sospensione" SUPERATA!






 Questa è l'asta che lo sorregge


 Sono passato quindi a lavorare sullo Zeta. Dopo aver preso in consideraziona varie strategie per attaccarlo al The O ho optato per forare la parte anteriore dello scudo, scavarci un solco all'interno ed inserirci un'asta da ferro fermandola sulla plastica con della ciano acrilica. Ovviamente il filo di ferro corre lundo tutta la lunghezza dello scudo così da sorreggere il peso di tutto il corpo del MS

Anche in questo caso la prove di equilibrio è stata superata egregiamente




Ho quindi apportato un foro sulla parte inferiore del petto del The O e ci ho inserito lo scudo dello Zeta, portando all'interno anche parte dell'asta di ferro che ho poi ripiegato all'interno del busto del The O. Più precisamente per rendere la stuttura ben salda ho fatto diversi fori nella struttura interna del busto del The O e ci ho fatto passare l'asta di ferro, "attorcigliandola" proprio come fanno le rampicanti su una grata di ferro quindi ho fermato il tutto con della ciano acrilica e ho ciuso il busto con la tappo verde.

Ho anche dettagliato il foro d'entrata dello scudo al momento dello speronamento, facendo piccole incisioni con una vecchia punta del bisturi riscaldata con la fiamma di un accendino.





Ho anche realizzato uno squarcio sulla parte sinistra dello scudo dello Zeta, solo che le parti clear non mi hanno permesso di scattare una foto che lo mostrasse in modo adeguato.


Nessun commento:

Posta un commento